Gite fuori porta: tempio Hase-Dera di Kamakura

Kamakura è una delle località turistiche più famose della regione del Kanto, nonché una delle antiche capitali del Giappone. È conosciuta principalmente per il suo Daibutsu (Grande Buddha), una statua in bronzo raffigurante Amida Buddha, la seconda più alta del Giappone dopo quella di Nara. In molti la visitano anche per fare surf o per passeggiare immersi nella natura.

Kamakura si affaccia sulla baia di Sagami ed raggiungibile in poco più di un’ora da Tokyo. L’ho visitata per la prima volta in una bella giornata soleggiata di Aprile – Antonio ci era già stato nel 2008 ma gli ha fatto piacere ritornarci. Abitando nella zona sud-ovest di Tokyo, siamo abbastanza vicini a questa città di mare, quindi abbiamo deciso di focalizzarci su un solo tempio perché a Kamakura potremo ritornarci spesso. Il tempio si chiama Hase-dera e lo abbiamo scelto per la sua vista panoramica sulla baia di Sagami e per la sua collezione di statue molto particolari.

Kamakura is one of the most visited towns of the Kanto region and one of the ancient capitals of Japan. It’s very well-known because of its Daibutsu (Great Buddha), a bronze statue of Amida Buddha, the second tallest after the one in Nara. Lots of people also visit Kamakura for surfing and its nature.

Kamakura is located on the Sagami bay and it’s only at one hour train ride from Tokyo. My first visit to Kamakura was on a sunny day this April – Antonio already went there in 2008 but he enjoyed coming back with me. We live in the South-West part of Tokyo, so we are quite close to Kamakura and we should able to visit back quite often. That’s why we decided to focus only on one of the many temples in the town, Hase-dera, famous for its view of the bay and its statues.

Vista di Kamakura dal tempio Hasedera
Vista di Kamakura dal tempio Hase-dera / The view of Kamakura from the temple

Il tempio Hase-dera 長谷寺 è situato su una collina e si sviluppa su due livelli. Secondo la leggenda, il tempio fu fondato nel 736, 15 anni dopo il ritrovamento da parte del monaco Tokudo Shonin di un grande albero di canfora nella foresta di Nara. Tagliò l’albero a metà e da ogni metà scolpì una statua rappresentante Kannon, la dea della pietà. La statua più piccola venne esposta nell’omonimo tempio Hase-dera di Nara, mentre quella più grande venne affidata al mare, che la portò fino alla collina di Kamakura dove ora sorge il tempio Hase-dera. Questa statua, che fu ricoperta di foglie d’oro nel quattordicesimo secolo, è ora esposta in uno dei sette edifici del tempio, il Museo Kannon. Potete trovare una mappa del tempio qui.

Hase-dera temple is located on a hill and built on two levels. According to the legend, it was founded in 736, 15 years after the monk Tokudo Shonin found a huge camphor tree in the forests of Nara. He cut the tree in half and carved a statue of Kannon, the goddess of mercy. The smaller statue was placed in the Hase-dera temple in Nara, while the second one was thrown in the sea and washed up in Kamakura, where the temple was then built. The statue, covered in golden leaf in the 14th century, is displayed in the Kannon-do, one of the seven buildings in the Hase-dera. To check out the temple map, you can visit this page.

Disposte in diverse aree del tempio ci sono statue rappresentanti Jizo, il protettore dei bambini, che si prende cura, secondo la tradizione giapponese, anche delle anime dei bambini morti per aborto spontaneo o a causa di complicazioni alla nascita.

Scattered through the temple you can find statues of Jizo, dedicated to children lost in miscarriage, stillbirth, or abortion.

Oltre alle statue del tempio, ci sono aree in cui i genitori possono porre delle statue per far sì che i propri figli ricevano la protezione di Jizo.

Additionally to the Jizo statues of the temple, there are areas where parents can place their Jizo statues to pray for their children.

Una delle altre aree più particolari del tempio è sicuramente il Benten kutsu, un tunnel dedicato all’unica dea del gruppo delle Sette divinità della fortuna, Benzaiten, la dea del mare e di tutto ciò che scorre (tempo, acqua, musica, dialogo). Oltre alle statue scolpite nella pietra del tunnel, troverete altre piccole statue rappresentanti Benzaiten nel tempio, e potrete rivolgere la vostra preghiera alla dea scrivendola su delle tavolette ema specifiche.

Another interesting areas of the temple is the Benten kutsu, a tunnel dedicated to the only goddess of the Seven Lucky Gods, Benzaiten. She is the goddess of the sea and of everything that flows (time, water, music, speech). There are 16 Benzaiten statues carved in the stone of the tunnel, but you can also find some more statues dedicated to the goddess on the temple grounds, as well as some Benzaiten ema to write your prayers on.

Interno del Benten kutsu / Inside the Benten kutsu

Il tempio Hase-dera è famoso anche per il suo giardino. Durante i mesi di giugno e luglio, il cosiddetto corridoio di ortensie si colora di azzurro e rosa – noi abbiamo visitato il tempio a fine Aprile quindi purtroppo non abbiamo potuto godere di questo spettacolo. Il giardino è comunque molto bello durante tutte le stagioni.

Hase-dera has also a garden. During June-July, the hydrangeas of its Prospect Path are in full bloom, so you can enjoy the panoramic view of the bay surrounded by blue and pink hydrangeas. We visited the temple in April so we didn’t get the chance to enjoy the flowers, but the garden is extremely beautiful during all seasons.

Glicine nel giardino dell’Hase-dera / Wisteria tree

Potrete raggiungere il tempio a piedi dalla stazione di Kamakura (circa 20 minuti). Se volete fermarvi per pranzo a Kamakura, vi consigliamo di provare la specialità locale, la soba. Nei mesi più caldi la mia preferita è la soba fredda (zarusoba), che nella foto è accompagnata da una tempura di gamberi e foglia di shiso. La soba va presa un po’ per volta con le bacchette e immersa nella salsa chiamata tsuyu, che può essere condita con cipollotto e wasabi. Una volta finita la soba, vi porteranno l’acqua di cottura sobayu, che può essere aggiunta alla tsuyu per una zuppa calda. Il ristorante in cui abbiamo mangiato noi si chiama Nakamura. Durante l’attesa si può vedere uno degli chef che prepara la soba fresca a mano. Se avete poi voglia di un dolcetto dopo il pranzo, un paio di passi più in là potrete trovare un negozio tradizionale di taiyaki, Naniwa taiyaki.

The temple is at a 20 minutes walk from Kamakura station. If you are staying in Kamakura for lunch, we recommend to try soba, the local speciality. During the summer months, my favourite is cold soba (zarusoba), pictured below. You can order plain soba but I added tempura to my ordered (prawn and shiso leaf). They will provide a sauce called tsuyu, to which you can add spring onions and wasabi, and you will dip your soba noodles in the tsuyu. After you have finished your meal, you can request some sobayu, the water where they cook the soba, so add to your tsuyu. We had lunch in a restaurant called Nakamura, and while you are waiting for your seat you can check out the chef handmaking the soba noodles. If you are up for a dessert after lunch, we also recommend Naniwa Taiyaki.

Preparando la soba / Soba making

Una risposta a "Gite fuori porta: tempio Hase-Dera di Kamakura"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Elly Lakes

Creative Communication

Not the usual tourists

Due Italiani in Giappone & oltre

Art of Meridianos

Art, illustrations, concept art and character designs by Meridianos

IGIRISUJEN

A Brit in Japan

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: