Il festival della neve, Sapporo

Nell’inverno del 1950 un gruppo di studenti decise di realizzare sei sculture di ghiaccio nel parco Odori Koen a Sapporo, in Hokkaidō. Grazie al passaparola e alla pubblicità da parte dei media locali, circa 50.000 persone visitarono il parco incuriosite dalle insolite sculture. Fu così che ebbe inizio uno dei festival invernali più famosi del Giappone, rinomato per le numerose sculture di neve, che possono arrivare a raggiungere i 20 metri di altezza.

The first Sapporo Snow Festival was held in Odori Koen in 1950, with only six snow statues build by high school students in the park. Thanks to the word of mouth and the local media, around 50.000 people visited Odori Koen to check out the ice sculptures. This small display of statues ended up becoming one of the biggest winter festival in Japan, famous in the world for its giant snow sculptures, which can reach 20m of height.

Scultura di neve della cattedrale di Helsinki / Helsinki cathedral
Scultura di neve della cattedrale di Helsinki / Helsinki cathedral ice sculpture
Star Wars sculpture

Quest’anno il festival, alla sua settantesima edizione, ha registrato un record di 2.74 milioni di visitatori. Le 200 sculture in esposizione, che sono state realizzate sia da artisti professionisti che da semplici cittadini, sono state distribuite nelle tre aree principali del festival: il parco Odori Koen, il quartiere di Susukino e il Sapporo Community Dome.

This year the 70th edition of the festival hit a record 2.74 million visitors. The 200 snow sculptures, made by professional artists, brands and local citizens, have been displayed in the festival’s three main areas: the Odori Koen park, the entertainment district of Susukino and the Sapporo Community Dome.

Mappa delle location del festival / Map of the Snow Festival locations
Mappa delle location del festival (fonte) / Map of the Snow Festival locations (source)

Odori Koen 大通公園

Il luogo dove tutto è cominciato. Nel parco, che si estende per circa dodici isolati al centro della città, vengono esposte le sculture di neve fresca più alte. Sul sito ufficiale del festival si trova un’accurata descrizione di cosa si può vedere in ogni isolato del parco stesso. Noi vi consigliamo di partire dal primo isolato, proprio sotto la torre di trasmissione Sapporo TV tower, dalla cui cima si può anche godere di un’ottima vista su Sapporo.

This is where everything begun. The park, which stretches east to west over 1.5km through the heart of Sapporo, hosts the taller snow statues. On the official website you can find a detailed description of which sculptures you can find in each one of the blocks of the park. We recommend starting from the first block, which is directly underneath the Sapporo TV Tower. If you want to see Sapporo from above, you can go up the TV tower.

Proprio alla base della Sapporo TV tower si trova la pista di pattinaggio sul ghiaccio e gli stand di alcuni produttori locali, dove potete assaggiare le specialità dell’Hokkaidō. Proseguendo lungo il parco si incontra la pista per freestyle (sia con snowboard che con gli sci), nella quale durante la giornata si svolgono competizioni ed eventi speciali.

Right underneath the TV tower you can find the open-air ice skating rink and some food stands, including a few that sell produce and specialities from Sapporo and Hokkaidō. Continuing along the park, you can see professional snowboarders and free style skiers from Japan compete on the Shiroi Koibito Park Air Jump.

Pronti a saltare / Ready to jump

La maggior parte delle sculture di neve ha è sponsorizzata da brand giapponesi o internazionali, come ad esempio Hard Rock Experience, JR Rail Service (una delle compagnie di trasporti giapponese) o Disney solo per nominarne alcune. Cliccando le immagini potete trovare una descrizione delle varie sculture.

The main sculptures are sponsored by Japanese and international brands, like for example Hard Rock Experience, JR Rail Service (one of the railway companies in Japan) o Disney. I have included a few of the sculptures we saw, with a detailed description of what they are – you just need to click on the images to learn more about them.

Star Wars ice sculpture illuminated

Lungo il parco poi sono allestite delle aree ristorazione con il classico cibo da festival e le specialità locali, tra cui spiccano gli spiedini di granchio e il ramen. Noi non ci siamo fermati a mangiare al festival, ma abbiamo provato il Mojito caldo – bere qualcosa di caldo mentre passeggiate lungo il parco è essenziale a causa delle temperature molto rigide. Se avete bisogno di una pausa al calduccio mentre visitate Odori Koen, potete fermarvi nelle stanze relax allestite per il festival.

Throughout the park you can find stalls that sell the classic festival food and Hokkaidō specialties, such as snow crab skewers and ramen. We didn’t eat anything at the festival, but we tried a hot Mojito – we highly recommend drinking something hot while you make your way through the park as Sapporo is particularly cold during the Snow Festival. If you are feeling cold, you can also rest in one of the rest areas prepared for the festival. These are basically just empty rooms with a couple of heaters but the warmth is particularly welcome during this weather.

Gli ultimi due isolati del parco sono riservati alle sculture che partecipano alla competizione internazionale e a quelle realizzate dai cittadini. Il paese vincitore del concorso quest’anno è stata la Thailandia, mentre questa scultura rappresentante un dragone e realizzata dal team di Macao è arrivata al secondo posto. È interessante notare che uno dei membri del team di Macao è in realtà uno chef, che ha applicato la sua abilità nel creare piatti e decorazioni per la tavola alla scultura.

The last two blocks of the park are dedicated to the sculptures from the international contest and to the ones made by the citizens. The winner from this year’s contest was Thailand, and the one in the picture below is sculpture by the runner up Macao. It’s interesting to point out that one of the team members of Macao is a chef, so making beautiful decorations for the meals is a transferrable skill for making snow sculptures.

Secondo classificato del concorso internazionale / Runner up for the international competition

Le sculture dei cittadini invece rappresentavano principalmente personaggi della cultura popolare giapponese e internazionale.

The citizen sculptures were mainly representing characters from TV shows and pop culture.

Susukino

Il quartiere di Susukino è il centro della vita notturna di Sapporo, con negozi, bar, ristoranti, club, pachinko e locali a luci rosse. Durante il festival della neve le strade di Susukino si trasformano nel “Mondo del Ghiaccio”. Una delle strade principali si trasforma in zona pedonale e una serie di sculture in ghiaccio viene esposta durante le due settimane del festival della neve.

Susukino is the largest entertainment district north of Tokyo. It’s full of shops, bars, restaurants, clubs, pachinko and red light establishments. During the Snow Festival, the streets of Susukino become “Susukino Ice World”. One of the main streets is closed to the traffic and ice sculptures are displayed in the middle of this road.

L’incrocio principale di Susukino e al di là della strada il “Mondo del Ghiaccio” / The main crossroad in Susukino and “Susukino Ice World” in the distance

Il numero di sculture in questa location è decisamente minore rispetto a Odori Koen, ma vale comunque la pena fare un giro in questo quartiere per dare un’occhiata al festival e per visitare la Ramen Yokocho, una viuzza riservata esclusivamente a ristoranti di ramen.

There are less sculptures in Susukino if we compare it to Odori Koen, but it’s interesting to check out this area around dinner time so you can also visit the Ramen Yokocho, an alley completed dedicated to ramen!

Ultimi tocchi per lucidare le statue / The last shine to the statues
Rossella e la mascotte
Con la mascotte del festival

Tsudome

Purtroppo non siamo riusciti a visitare il Sapporo Community Dome nella zona di Tsudome perché si trova un po’ lontano dalla zona centrale di Sapporo. Da quello che ho letto però in questa location si concentrano le attività più interattive del festival. Mi sembra particolarmente divertente il Kita no Donbei Slide, una discesa che si può fare seduti su delle ciambelle di gomma. Potete trovare più informazioni su questa location sul sito ufficiale del festival.

Unfortunately we didn’t visit the Sapporo Community Dome in the Tsuodome location, as this is a little bit further away from central Sapporo. However, I read that this is the most interactive area of the festival. One of the most interesting activities in my opinion is the Kita no Donbei Slide, where you can slide on a rubber tube from a slope 10meters tall. You can find some more information on the official website of the festival.

Discesa di Tsudome (fonte) / Tsudome Slide (image source)

Consigli utili

  • Vestitevi con parecchi strati perché le temperature a Sapporo sono molto rigide. Il nostro primo giorno la temperatura minima ha raggiunto i -13°C, ma il mio telefono segnava -21°C come temperatura percepita.
  • Portate la macchinetta fotografica per scattare le foto oppure comprate dei guanti per il touchscreen del telefono, perché non si riesce a stare a lungo a mani nude.
  • Indossate una mascherina sanitaria, di quelle che potete trovare nei supermercati giapponesi. Di questo ce ne siamo accorti dopo aver riordinato le fotografie: moltissimi giapponesi indossavano le mascherine per il viso per proteggersi dal freddo. La nostra pelle ha sofferto abbastanza a causa del vento freddo, e abbiamo dovuto ricorrere alla crema idratante protettiva per calmare la pelle dopo essere stati all’esterno.
  • Approfittate del sistema dei tunnel sotterranei per spostarvi tra Odori Koen e la stazione di Sapporo.

Useful information

  • Wear layers as Sapporo is really cold. On our first day, the temperature was -13°C, however my weather app mentioned that the apparent temperature was -21°C
  • Bring a camera with you to capture the cool snow sculptures. If you don’t have a camera and you plan on taking pictures with your phone, make sure you get some touch screen gloves so your hands don’t freeze while you are taking pictures.
  • Buy a sanitary mask you can wear to protect from the cold wind. We realised this when we sorted our pictures, but I wish we could have noticed this while we were in Sapporo. The wind was very cold and we had to buy a strong moisturiser to repair the damage to our skin.
  • Make full use of the underground tunnel system between Odori Koen and Sapporo station if it’s snowing outside.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Not the usual tourists

Due Italiani in Giappone & oltre

Art of Meridianos

Art, illustrations, concept art and character designs by Meridianos

IGIRISUJEN

A Brit in Japan

L'Oriente è rosso

Luoghi, tradizioni e curiosità dall'Estremo Oriente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: