La cerimonia del Daruma Kuyō

Assieme ai maneki-neko, le bambole daruma (だるま) sono amuleti portafortuna molto popolari in Giappone. Le loro fattezze ricordano il monaco Bodhidharma, detto anche Daruma, fondatore del buddismo Zen. La leggenda narra che dopo aver meditato per nove anni, tanto da perdere sia le braccia che le gambe, il monaco si addormentò in un momento di debolezza. Quando si svegliò, si infuriò talmente tanto con se stesso che si strappò le palpebre e le gettò per terra. Fu così che dal punto in cui erano cadute le sue palpebre germogliò una pianta che aveva il potere di tenere svegli: il tè.

Ispirandosi a questo aneddoto della vita di Bodhidharma, i giapponesi hanno creato le figurine votive daruma, che sono caratterizzate da un corpo tozzo e senza arti, spesso colorato di rosso, dal quale si intravede un viso barbuto con due sfere bianche al posto degli occhi. Secondo la tradizione i daruma sono amuleti fortunati per realizzare i propri desideri: bisognerà disegnare uno degli occhi esprimendo il desiderio e, quando questo si sarà realizzato, sarà possibile disegnare il secondo occhio.

One of the most famous lucky charms in Japan, together with maneki-neko, is daruma だるま. Its shape resembles the one of the buddhist monk Bodhidharma, also known as Daruma, founder of the Zen buddhism. According to the legend, Bodhidharma spent nine years sitting in meditation, causing both his arms and legs to become atrophied. It is also said that he cut his eyelids off as punishment for falling asleep during meditation, and that as his eyelids hit the floor, the first tea plants sprung up.

Taking inspiration from this legend about Bodhidharma, the daruma doll was created. It has a round shape with no arms nor legs, a bearded face and blank eyes. Daruma are lucky charms that motivate in finishing one’s goal. The owner fills one of the eyes with the goal of the year in mind, and they fill the other eye when the goal is fulfilled.

Daruma dolls at Nishiarai temple
Daruma in vendita al tempio di Nishi-Arai Daishi /Daruma sold at Nishi-Arai temple

Un anno dopo l’acquisto, indipendentemente dalla realizzazione del desiderio, si riportano i daruma al tempio in cui sono stati acquistati per farli bruciare. Bruciare equivale a ricominciare di nuovo, cominciare il nuovo anno con il piede giusto.

Questo tipo di cerimonia si chiama Daruma Kuyō だるま供養, che significa letteralmente “il funerale dei daruma”. Si svolge ogni anno all’inizio di febbraio del tempio di Nishi-Arai Daishi, nella periferia di Tokyo. Il tempio raccoglie i daruma delle attività commerciali locali o delle famiglie che decidono di bruciarli durante questo rituale, e prepara un’area in cui verranno incendiati.

One year later, whether the goal has been achieved or not, the owners bring their daruma back at the temple where they purchased so that it can be burned. The fire symbolises a new beginning and a clear distinction from the previous and the new year.

This ceremony is called Daruma Kuyō だるま供養, and it literally means the funeral of the daruma. One of the biggest Daruma Kuyō is celebrated at the temple Nishi-Arai Daishi, in the suburbs of the North-East of Tokyo. All of the local shops and families bring their daruma at the temple throughout the year, and the monks pile these up together in an area of the temple.

Daruma pronti per la cerimonia
Pira funeraria 焚き上げ takiage per i daruma / Daruma pyre (焚き上げ takiage)
Le torce cerimoniali che verranno usate per dar fuoco ai daruma
Le torce cerimoniali che verranno usate per dar fuoco ai daruma / The torches that will be used to burn the daruma

La cerimonia inizia puntuale alle 11.30, con l’ingresso di una lunga processione di monaci buddisti, guidati da un gruppo di yamabushi, i monaci asceti giapponesi che praticano la religione sincretista dello Shugendō. Mentre i monaci buddisti recitano i sutra, gli yamabushi usando delle particolari torce cerimoniali danno fuoco alla pira funeraria con i daruma.

The ceremony starts at 11.30, when a long procession of buddhist monks and some yamabushi, Japanese mountain ascetic hermits who follow the Shugendō doctrine, enters the temple. While the buddhist monks chant sutras, the yamabushi start the fire using ceremonial torches.

Monaci yamabushi pronti a dare fuoco ai daruma / Yamabushi monks ready to start the fire
Uno degli yamabushi, tenendo in mano una katana, si rivolge ai daruma per liberarne gli spiriti / One of the yamabushi holding a katana chants to the daruma to free their spirits

Il calore proveniente dal falò era veramente intenso, e i pompieri sono dovuti intervenire per controllare la direzione delle fiamme spruzzando acqua sulle pareti delle barriere di metallo che circondavano due lati della pira funeraria. Accompagnati dalle preghiere dei monaci, i daruma scoppiettavano allegri mentre venivano consumati dalle fiamme.

The heat coming from the pyre was strong and the flames very tall, but kept under control by the firemen who got the sides of the barriers surrounding two sides of the pyre wet. Accompanied by the monks’ sutras, the daruma were crackling away.

Siamo rimasti a osservare il rituale fino a che le ultime fiamme non si sono spente. Sebbene si tratti di un rituale con un significato positivo, di rinascita, ci siamo fermati a riflettere quando ci siamo accorti che alcuni dei daruma non avevano entrambi gli occhi disegnati, o addirittura nessuno dei due, a significare che i desideri di chi li aveva acquistati non sono diventati realtà durante l’anno precedente. Secondo la tradizione però attraverso la purificazione del fuoco, il desiderio dell’anno precedente sarà passato al nuovo daruma acquistato nel nuovo anno.

We remained by the fire until the flames consumed all the daruma. The Daruma Kuyō is a ritual with a positive meaning, however we wondered about those darumas that had both or one of the eyes still blank. This meant that their owners didn’t achieve their goal for the year. However, according to the tradition, burning the past year’s daruma and purchasing a new one will allow the wish to be transferred from one doll to the other.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Not the usual tourists

Due Italiani in Giappone & oltre

Art of Meridianos

Art, illustrations, concept art and character designs by Meridianos

IGIRISUJEN

A Brit in Japan

L'Oriente è rosso

Luoghi, tradizioni e curiosità dall'Estremo Oriente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: