Gite fuori porta: Kawagoe 川越

Se siete affascinati dal Giappone storico e volete fare un salto nel passato passeggiando tra dimore storiche in legno, negozi tradizionali e graziosi templi buddhisti e shintoisti, considerate di trascorrere una mezza giornata nell’antica città castello Kawagoe 川越.

Kawagoe, soprannominata anche la Piccola Edo, è una delle città storiche del Giappone ed è famosa per il paesaggio urbano tipico del periodo Edo (1603-1868). Si trova a 30 minuti di treno dalla stazione di Ikebukuro, nel nord di Tokyo. Noi l’abbiamo visitata in una calda giornata di Agosto, ma abbiamo letto che i paesaggi circostanti durante l’autunno e la stagione dei ciliegi sono davvero mozzafiato!

If you are interested in historical Japan and you want to step into the past and walk amongst little wooden houses, traditional shops and cute Buddhist and shinto temples, consider spending half or a full day in Kawagoe 川越. Kawagoe, also called Little Edo, is one of the historical cities of Japan and it’s famous for its Edo period (1603-1868) urban landscape. It is only at a 30 minutes train ride from Ikebukuro, in northern Tokyo. We visited Kawagoe during a very hot summer day, but we read that the nature is amazing especially during the sakura season and the autumn.

Fiume Shingashi, che durante la stagione dei ciliegi si tinge di rosa / Shingashi river, which becomes pink during the sakura season

Ci sono moltissime attrazioni da visitare a Kawagoe, basta prendere una delle mappe che vengono distribuite al centro turistico della stazione di Kawagoe o seguire il nostro itinerario!

There are really a lots of things to see in Kawagoe, you just need to pick up one of the free maps they give out at the tourist center of Kawagoe station or check out our suggestions here!

Tempio Hachimangu

L’albero nuziale del tempio Hachimangu / the “wedding tree” of Hachimangu shrine

Il tempio Hachimangu si trova a 6 minuti a piedi dall’uscita Est della stazione. Questo tempio è famoso per l’albero di gingko che potete vedere nella foto, soprannominato “albero nuziale”. Quello che ormai è un albero solo, è in realtà la fusione di due alberi separati che vennero piantati rispettivamente dai cittadini e dal sacerdote Shintoista nel 1933 per celebrare la nascita dell’imperatore Akihito, imperatore del Giappone fino a maggio 2019. I visitatori di questo tempio toccano l’albero e battono le mani tre volte per buon auspicio nella ricerca della propria anima gemella.

Hachimangu shrine is at a 6 minutes walk from the East exit of the station. It’s famous for its “marriage” gingko tree you can see in the picture. What now is a single tree is actually two trees that were planted in 1933 by the local citizens and by the shrine priest to celebrate the birth of Akihito, who was Emperor of Japan until the beginning of 2019. If you touch the tree and then clap your hands three times, you will receive luck for your marriage.

Tempio Kita-in

Costruito nell’anno 803, il tempio Kita-in custodisce quelle che sono le uniche rovine originali dell’antico castello Edo. Come parte della ristrutturazione e promozione del tempio Kita-in da parte dello shogun Iemitsu infatti, alcuni degli edifici del castello Edo (l’attuale palazzo imperiale a Tokyo) vennero trasportate a Kawagoe. Sono tutto ciò che oggi rimane del castello originale, che venne poi distrutto dal grande terremoto del Kanto del 1923 e dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

L’ingresso al museo, nel quale sono esposti i resti del castello, costa 400 yen e include anche l’accesso all’area esterna delle 500 statue di Rakan. Il museo è composto da una serie di stanze dal pavimento in tatami nelle quali si possono ammirare tra le altre quella che si pensa sia la stanza in cui lo stesso shogun Iemitsu nacque. L’edificio è circondato da un bellissimo giardino ed è collegato con un ponte alla sala centrale del tempio stesso, nella quale è esposto un daruma gigante che viene trasportato nelle strade che circondano il tempio in occasione del festival dei Daruma (3 gennaio). Non si possono scattare fotografie nel museo, ma siamo riusciti a scattarne una sul ponte che lo collega al tempio.

Built in 803, Kita-in temple is the home of what used to be the Edo castle. As part of the promotion of the temple by shogun Iemitsu, some buildings of the Edo castle (the current Imperial palace in Tokyo) were brought to Kawagoe. This is all that remains of the original Edo castle, as it was destroyed by the earthquake of 1923 and during World War II. There is a museum on the temple grounds – the price of the ticket to get in is 400 yen and this also grants access to the 500 statues of Rakan area. The museum is surrounded by a beautiful garden and its floors are covered with tatami. It also houses what is believed to be the room where shogun Iemitsu was born. The museum is also connected to the temple prayer hall, where you can see the giant Daruma which is paraded in the streets of Kawagoe at the beginning of each ear (3rd January) for the Daruma matsuri. You cannot take any pictures in the museum, but we managed to take one on the bridge that connects to the temple.

L’area delle 500 statue di Rakan, che in realtà sono 540, si trova accanto alla pagoda. Rappresentano i discepoli del Buddha e ognuna delle statue è diversa dall’altra. Secondo la leggenda, chi visita quest’area nel cuore della notte, riuscirà a trovare una statua più calda delle altre al tatto. Vedendo poi questa statua in particolare alla luce del giorno, potrà accorgersi della somiglianza tra la statua e se stesso.

The 500 statues of Rakan, actually 540 if we want to be precise, represent the disciples of Buddha, each with its own facial expression. It is said that if you feel among the statues in the dead of the night you will find one that is warm. Mark it, and come back during the day, and you will see it is the statue most resembling yourself.

Tempio Kumano

Il tempio Kumano è uno dei templi minori a Kawagoe, ma l’abbiamo trovato molto carino per la serie di attività che si possono svolgere al suo interno. Poiché uno dei motivi per visitare questo tempio è pregare per la propria salute, all’ingresso sono stati inseriti due percorsi in pietra che stimolano dei punti precisi sotto la pianta del piede e migliorano la circolazione sanguigna di chi ci cammina a piedi nudi.

The Kumano shrine is one of the smaller in Kawagoe, but we found it really charming and with lots of activities to do. One of the reasons why people visit this temple is to pray for their health. With this in mind, a stone path that is supposed to be good for your health by stimulating the soles of one’s feet to improve blood circulation was placed at the entrance of the shrine.

Il percorso salute / The stepping stone path at Kumano shrine
Il percorso salute / The stepping stone path at Kumano shrine

In uno degli angoli del tempio c’è una sorgente d’acqua in cui purificare le proprie monete per incrementare i guadagni. Sulle rocce circostanti sono disposte delle statuine di serpenti bianchi, che secondo la tradizione sono di buon auspicio per il denaro – la pelle della muta del serpente veniva conservata nel portafogli per “portar soldi”.

Another interesting area is the one where money can be purified to increase one’s wealth. On the rocks surrounding the water there are snake statues – this is due to the fact that traditionally people would pick up the skin shed by snakes and put it in their wallet to increase wealth.

Le statuette dei serpenti / The snake statues
Le statuette dei serpenti / The snake statues

Kurazukuri no Machinami

Sicuramente la zona più famosa (e affollata) di Kawagoe è il distretto dei mercanti. Kawagoe in epoca Edo era uno dei principali snodi commerciali della regione del Kanto, e proprio il distretto dei mercanti rappresentava il fulcro delle attività. Ci sono moltissimi negozietti con prodotti artigianali e tra le cose da provare vi consigliamo la birra locale COEDO, le patate dolci fritte del negozio Koedo Osatsuan (preparatevi a code di 30 minuti in questo caso!), o gli onigiri grigliati di Nakaichi.

The most famous (and crowded) area of Kawagoe is surely the merchant district with its old storehouses. Kawagoe was an important point in transportation during the Edo period and this Kurazukuri no Machinami is where everything took place. Here you can find lots of eateries and you can try the local beer COEDO, the long sweet potato fries from Koedo Osatsuan (get ready to queue up around 30 minutes for a portion) and the grilled onigiri from Nakaichi.

Tempio Hikawa

Il tempio Hikawa è uno dei templi meno conosciuti a Kawagoe, ma durante l’estate si riempie di turisti grazie al festival dei 風鈴 fūrin, le campanelle a vento, che lo rendono ancora più fotogenico del solito. Vengono infatti creati dei percorsi lungo i quali si possono ammirare i colori del vetro ascoltando il suono delle campanelle mosse dal vetro. Anche qui ci sono lunghe file, ma acqua vaporizzata viene spruzzata durante l’attesa per fornire un po’ di refrigerio.

Hikawa shrine is one of the lesser known shrines in Kawagoe, but it’s really popular amongst Japanese. During the summer, it hosts the 風鈴 fūrin festival, the wind chimes festival, which make this temple even more photogenic than it usually is. Some wooden structures where the wind chimes are hung are placed in the shrine, creating a path you can follow to admire the beautiful glass colours and listen to the sound of the wind.

Anche il tempio Hikawa, come molti dei templi di Kawagoe, è dedicato alla ricerca dell’anima gemella e alla coltivazione delle relazioni interpersonali. Ci sono anche qui numerose “attività” da svolgere, come passeggiare sotto un tunnel di tavolette su cui sono state scritte preghiere (ema), oppure camminare intorno ai due alberi sacri del tempio per ricevere la forza per affrontare qualcosa.

Hikawa shrine, as many other shrines in Kawagoe, is dedicated to marriage and love matches. There are many “activities” in this shrine too, like taking a walk in the ema (wooden prayer boards) path or walk around the two sacred trees to receive the strength to face a problem.

Il corridoio di ema / The corridor of wooden prayer blocks
Una sezione del corridoio dall’esterno / One of the sections of the corridor from the outside
L’attesa per il corridoio di fūrin / Waiting in line for the fūrin viewing

Un’altra delle attività riguarda la pesca (in senso letterale) della propria fortuna. In genere in tutti i templi giapponesi si può dare un’offerta per acquistare un omikuji, ossia un biglietto che contiene una predizione sul proprio futuro. Al tempio Hikawa ci sono delle canne da pesca per prendere il proprio omikuji, che è custodito in un pesce di legno di colore rosso, azzurro o rosa. Proprio accanto all’ingresso del tempio c’è un acquario con gli omikuji in inglese. Se l’omikuji è negativo, si potrà legare in un’area del tempio così da lasciarsi alle spalle la cattiva sorte.

Another one of the activities involves “fishing” your luck. As in many temples, you can get an omikuji, where your fortune is written. At hikawa temple, the omikuji is wrapped and put inside a wooden fish (either red, pink or blue). For us foreigners, you can find a fish bowl with English fortunes near the entrance of the temple. If your omikuji has bad fortune, you can tie it in a specific area of the shrine so you will leave your bad fortune behind.

Come arrivare

Potrete arrivare a una delle due stazioni Kawagoe-eki o Kawagoe-shi con la Tobu line da Ikebukuro. Noi siamo arrivati a Kawagoe-eki, che è un po’ più distante dal centro, ma ci ha permesso di visitare templi un po’ meno affollati. Per muovervi nella cittadina potrete camminare o usare uno degli autobus locali, che costano circa 200 yen a corsa.

You can get to one of the two stations (Kawagoe-eki or Kawagoe-shi) with the Tobu line from Ikebukuro. We started from Kawagoe-eki, which is a little bit further from the city center but gave us the chance to enjoy a visit to the less crowded temples. There also is a loop bus to move across the city if you don’t feel like walking.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Elly Lakes

Creative Communication

Not the usual tourists

Due Italiani in Giappone & oltre

Art of Meridianos

Art, illustrations, concept art and character designs by Meridianos

IGIRISUJEN

A Brit in Japan

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: